A Villa Verde la fotografia è di casa

0
235

Nonostante con i suoi 309 abitanti sia uno dei più piccoli comuni della Sardegna il comune di Villa Verde è sempre molto sensibile al tema della fotografia ospitando numerose mostre e, nel 2017, una bella giornata di studi “La fotografia in Sardegna” con una qualificata presenza di relatori. Da martedì 23 luglio è stata organizzata una nuova mostra fotografica, SÈBERU da “Alghero Street Photography Awards 2019”.

Allestita all’aperto nelle vie del centro storico, l’esposizione offre al visitatore una parte dei progetti provenienti dalla seconda edizione del festival ASPA 2019 svoltosi ad Alghero nello scorso mese di aprile.Per l’appuntamento di Villa Verde sono presenti cinque autori che hanno realizzato campagne fotografiche in diverse parti del mondo.

Per ogni fotografo sono presenti 10 grandi scatti a colori, accompagnati da una scheda che illustra l’origine del lavoro selezionato: la canadese Amy Friend con il progetto “Persa da qualche parte tra la terra e la mia casa”; la tedesca Sandra Hoyncon il progetto “Gli ultimi orangutan”; la spagnola Maria Contreras Collcon il progetto “Viaggio nell’impurità”; l’ungherese Simon Móricz Sabján con il progetto “La famiglia Borsos” e il sardo Andrea Cappaicon il progetto “Anima incartada”.

Organizzata dall’Associazione Su Palatu Fotografia, animata da Salvatore Ligios, la mostra è curata da Sonia Borsato, direttrice artistica e curatrice del festival ASPA (Alghero Street Photography Awards) 2019. La mostra rimarrà aperta sino all’8 settembre 2019 e potrà essere visitata senza limiti di orario. È presente un originale catalogo cartaceo curato della Soter editrice. L’appuntamento è promosso dal Comune di Villa Verde su un progetto dell’Associazione Officine di idee mentre l’organizzazione è firmata dall’Associazione Su Palatu Fotografia.

Enrico Pinna

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here