Nuoro inaugura lo Spazio Ilisso con un doppio omaggio alla Sin-Pfältzer

La prima ampia mostra antologica sulla straordinaria attività della fotografa tedesca e un documentario di Enrico Pinna e Andrea Mura che ne ripercorre la vita e l’opera.

0
242
Una fotografia di Marianne Sin-Pfältzer. Una mostra antologica della fotografa tedesca inaugurerà lo Spazio Ilisso di Nuoro

Dopo trentacinque anni di attività con un lavoro sistematico di storicizzazione di tutta l’arte, la cultura materiale, la letteratura sarda, le produzioni locali e una storia editoriale straordinaria la casa editrice Ilisso inaugura un nuovo spazio nel cuore storico di Nuoro. L’appuntamento è alle 11 di sabato 14 dicembre in via Brofferio 23.

SPAZIO ILISSO sarà il Museo della scultura del Novecento, con un allestimento che si articolerà nel piano terreno dell’edificio e negli ampi giardini, sempre aperti al pubblico come luogo di incontro. Il primo piano sarà invece destinato a mostre temporanee inerenti la ricerca e le relazioni fra le arti visive, declinate nei differenti ambiti espressivi del contemporaneo.

Il nuovo luogo dell’arte ha sede nel complesso architettonico dell’ex Casa Papandrea, abitazione nel centro storico di Nuoro dall’alto valore simbolico per la città; recuperata al nuovo uso a seguito di un lungo e accurato restauro filologico, teso a restituire alla cittadinanza uno dei suoi pochi esempi di architettura in stile Déco, espresso nel severo gusto locale.

Il primo evento sarà la prima ampia mostra antologica sulla straordinaria attività della fotografa tedesca Marianne Sin-Pfältzer. L’esposizione, realizzata con il contributo della Fondazione di Sardegna, propone gigantografie in bianconero e a colori, stampe vintage, menabò per pubblicazioni, progetti originali per ceramiche, tessuti, video e proiezioni. La Sardegna e i suoi “Paesaggi Umani” sono stati un riferimento costante per la fotografa, che nell’isola ha scelto di trascorrere i suoi ultimi anni di vita. Lo testimonia un percorso espositivo fatto di scatti iconici di grande valore artistico e simbolico.

Marianne Sin-Pfältzer.

Ma nel lavoro di Marianne Sin-Pfältzer emergono anche temi di grande attualità nel dibattito contemporaneo affrontati con intensa partecipazione dalla fotografa, sempre schierata a difesa della disparità e della diversità, sostenendo l’importanza della cultura e dell’educazione come strumento di emancipazione individuale per la costruzione di una società etica e tollerante.

Parte integrante dell’esposizione è l’omonimo documentario di Enrico Pinna e Andrea Mura che ripercorre la vita e l’opera della fotografa con ricchezza di immagini e di testimonianze, fra le quali quella del fotoreporter e storico della fotografia Uliano Lucas.

 

Nessun commento

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here