Volt, il nuovo partito paneuropeo, si presenta alla Sardegna

0
382
Una manifestazione di Volt, movimento paneuropeo

Volt, il nuovo partito paneuropeo e progressista che correrà alle prossime elezioni europee con un programma unico in tutta l’Unione, il prossimo 16 marzo 2019, sarà presente in Sardegna con due eventi:  a Nuoro, presso l’Ex.Mè – Struttura Multifunzione (piazza Goffredo Mameli, 1, ore 12-13.30). All’evento prenderanno parte Andrea Venzon (Presidente di Volt Europa e fondatore del movimento) e Olga Casula, entrambi candidati nella circoscrizione insulare, e presenteranno per la prima volta il movimento nella provincia nuorese; a Cagliari, con l’evento: “La Sardegna in Europa con Volt!”, presso lo spazio Search del Comune di Cagliari (largo Carlo Felice, 2, 09124 Cagliari CA, ore 17-19.30). Oltre ad Andrea Venzon e Olga Casula, all’appuntamento cagliaritano interverranno anche esponenti del mondo della cultura e dell’imprenditoria sarda che racconteranno la propria esperienza in chiave europea, riflettendo sulle criticità e le potenzialità del futuro dell’Unione.

“Volt – si legge in una nota – è nato con l’obiettivo di dar vita a una realtà politica che possa essere presente in ogni Stato europeo con un programma politico unitario. L’idea, infatti, è quella di migliorare l’Europa e le sue istituzioni attraverso le interconnessioni virtuose che possono crearsi dall’unione programmatica e politica di tutti i paesi europei”.

Il carattere transazionale di Volt è ben rappresentato dalla sua stessa struttura. Le singole realtà nazionali rispondono a Volt Europa che sintetizza in modo armonico le istanze provenienti da ogni paese, definendo a livello europeo le linee programmatiche del movimento. Questo è possibile grazie a un reale e serio approccio multilivello (locale, nazionale, europeo) per il quale è indispensabile che le diverse realtà non smettano mai di comunicare.

Per tale ragione, a livello nazionale, Volt mira a raccogliere le istanze locali attraverso una forte presenza sul territorio, che è garantita dalla costituzione di team cittadini-locali che hanno la funzione di instaurare un dialogo continuo con il territorio, declinando le istanze locali secondo i principi Volt.

In Sardegna Volt è già presente a Cagliari, dove è stato costituito il primo gruppo cittadino, ma mira ad espandersi anche negli altri comuni dell’isola.
A livello transnazionale, invece, dopo due anni dalla sua fondazione, Volt è già presente in ogni Stato europeo come movimento, in una decina di Stati come partito, può contare su una rete di oltre 30mila persone sparse in ogni angolo d’Europa e correrà alle prossime elezioni europee con un programma unico in tutta l’Unione: la Dichiarazione di Amsterdam, votata da tutti i paesi europei aderenti a Volt, i cui punti principali sono i seguenti: 1) migliorare l’UE, creando un’Unione politica più forte, dando più potere ai suoi cittadini e aumentando la sicurezza e la fiducia degli stessi nelle istituzioni; 2) fare dell’Europa una reale potenza economica, stimolando la crescita e migliorando il tenore di vita dei suoi cittadini, investendo nell’innovazione e mettendo l’istruzione al primo posto; 3) costruire una società giusta e sostenibile, cogliendo le opportunità “verdi” e gestendo l’immigrazione con umanità e senso di responsabilità.

“I punti programmatici della Dichiarazione di Amsterdam, attuabili attraverso le attuali procedure del Parlamento europeo, sono stati studiati da Volt – conclude la nota – in ogni loro aspetto, da quello pratico a quello economico e, per questo motivo, contengono numerosi spunti e proposte che possono decisamente contribuire a rilanciare l’economia della Sardegna”.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here